M
"

Menù

Ultimi Articoli

Come Coprire le Cicatrici della Pelle

La nostra pelle ha una superficie compresa tra i 1,5 e 2 metri quadri e un peso che si aggira sui 10 chilogrammi: questo la rende uno degli organi maggiori per peso ed estensione. Il suo ruolo è fondamentale: protegge gli organi interni ed è in...

Alopecia Androgenetica: Trattamento con Polinucleotidi-HPT

La ricerca di soluzioni in ambito tricologico continua a produrre e verificare l’efficacia di nuovi trattamenti. In particolare, voglio parlarvi dei Polinucleotidi-HPT la cui validità scientifica nei confronti dell’alopecia androgenetica è stata...

Categorie

Tag Cloud

dermopigmentazione paramedicale seno

Camouflage Cicatrici Post Intervento

31 Ago, 2018 | Dermopigmentazione Paramedicale

Dermopigmentazione Paramedicale su Areola Mammaria e Cicatrici Post Intervento

Vi voglio presentare il risultato di un intervento di dermopigmentazione paramedicale realizzato in questi giorni. Nel caso specifico ho effettuato una pigmentazione di un’areola mammaria ed ho camuffato una cicatrice (camouflage) di un intervento di mastectomia.
Il risultato che mostro nelle foto è stato ottenuto con una sola seduta!
La dermopigmentazione dell’areola mammaria è rivolta a tutte le donne che hanno subito una mastectomia semplice o demolitiva, unilaterale o bilaterale e alle donne che presentano areole chiare o di dimensioni ridotte per migliorare otticamente l’inestetismo.

La Dermopigmentazione dell’areola mammaria è un trattamento rischioso?

La dermopigmentazione paramedicale dell’areola mammaria non presenta rischi se eseguita con strumenti adeguati e da operatori  qualificati. In caso di post mastectomia è però indispensabile l’autorizzazione del medico curante per stabilire i tempi minimi di attesa prima di poter intervenire con il trattamento.

Come si svolge un trattamento di dermopigmentazione paramedicale?

Molto dipende dal trattamento di dermopigmentazione paramedicale che deve essere effettuato. Per il camouflage di cicatrici, vitiligine, macchie cutanee e smagliature viene generalmente eseguita una prova colore grazie ad un pigmento (colore) inserito sulla superfice del derma tramite il dermografo (macchinario utilizzato dai dermopigmentisti professionisti del settore). Dopo circa un mese, in un successivo incontro, si verifica che il pigmento inoculato sia il più simile al colore della cute, fatta questa verifica si dà inizio al trattamento.
Per la dermopigmentazione del complesso areola-capezzolo non è prevista alcuna prova colore. In questo caso si procede ad una progettazione che miri a ricreare un effetto il più naturale possibile. Solitamente si lavora su entrambe i seni per evitare discromie cutanee (differenza di colore tra un capezzolo e l’altro).

Maggiori informazioni?

Contattami per maggiori informazioni. Risponderò ad ogni tua domanda, chiarirò ogni dubbio e, se vorrai, troveremo insieme la soluzione migliore per te.

 

 

Invia