La nostra pelle ha una superficie compresa tra i 1,5 e 2 metri quadri e un peso che si aggira sui 10 chilogrammi: questo la rende uno degli organi maggiori per peso ed estensione.

Il suo ruolo è fondamentale: protegge gli organi interni ed è in prima linea nel contatto con agenti atmosferici, chimici e radiazioni.

L’importanza della pelle

Ha una grande proprietà estensiva, termoregolatrice e di autoriparazione.

Prendersi cura della pelle non è quindi un vezzo puramente estetico ma una scelta di prevenzione importante: l’idratazione e la protezione dovrebbero essere parte della nostra routine quotidiana per preservare le sue poprietà ed avere una risposta adeguata ad eventuali traumi.

Pelle e cicatrici

Camouflage Cicatrice Labiale Prima | TRICODERMSOLUTIONS Camouflage Cicatice Labiale Dopo | TRICODERMSOLUTIONS

Proprio per la sua costante esposizione agli elementi esterni, il tessuto cutaneo subisce traumi che possono essere visibili anche all’esterno diventando fastidiosi inestetismi della pelle.

La pelle porta anche il segno visibile degli interventi chirurgici.

Cicatrici e macchie hanno bisogno di attenzioni speciali per evitare che la situazione peggiori in una zona cutanea che ha già subito un trauma.

Camouflage Macchie Cutenee Ipocromiche Prima | TRICODERMSOLUTIONS Camouflage Macchie Cutanee Dopo | TRICODERMSOLUTIONS

Che tipo di cicatrice?

Qualunque cicatrice della pelle può essere classificata in base alle caratteristiche cliniche e biologiche, come:

  • lesione essudante: sono lesioni delicate che hanno bisogno di asciugarsi all’aria e non devono quindi essere coperte
  • lesione non essudante superficiale o di media profondità: necessita di idratazione e di un trattamento traspirante
  • lesione non essudante di maggiore entità: ha bisogno di essere nutrita e difesa con un trattamento occlusivo che crei un barriera con l’esterno.

Le fasi della cicatrizzazione

Quando un trauma provoca una ferita nel derma, il corpo attua un processo di guarigione che è la cicatrizzazione. Questa si divide in tre fasi che coinvolgono  processi cellulari specifici per la ricostruzione.

Fase infiammatoria

il coagulo di sangue ferma l’emorragia, il tessuto danneggiato viene assorbito dalle cellule preposte e il corpo attiva tutti i meccanismi di protezione e prevenzione contro eventuali infezioni

Fase di riparazione

la perdita di tessuto viene compensata con la formazione di un nuovo epitelio da parte dei fibroblasti. La ferita si contrae avvicinando i bordi: è la fase più importante per evitare deturpazioni dovute a una cattiva cicatrizzazione. È bene ricordare che non tutte le zone del nostro corpo cicatrizzano allo stesso modo: torace, sterno, schiena e articolazioni sono meno efficienti.

Fase di maturazione

la rete vascolare torna allo stato normale, il collagene e le fibre di elastina conferiscono resistenza ed elasticità alla pelle, che però sarà fragile ancora fino a due anni, quando recupererà del tutto il suo equilibrio.

Qualunque intervento si decida di fare, una valutazione medica è necessaria per verificare che il tessuto cicatriziale abbia raggiunto la stabilità e non sia ancora in fase transitoria.

Quali soluzioni per coprire le cicatrici cutanee?

Esistono diverse soluzioni per coprire gli inestetismi della pelle, interventi di tipo medico ed interventi molto più invasivi di tipo chirurgico.

I trattamenti medici sono:

  • Massaggio ripetuto più volte al giorno
  • Occlusione con fogli in gel di silicone o pomata con gel di silicone
  • Iniezione di cortisonici
  • Dermoabrasione o peeling
  • Trattamenti laser di vario tipo e intensità

 

    I trattamenti chirurgici sono:

  • Escissione intralesionale
  • Escissione completa: consiste nell’asportazione chirurgica del tessuto cicatriziale.

Ma la nuova frontiera per il trattamento delle cicatrici è sicuramente costituita dalla dermopigmentazione paramedicale chiamata anche impropriamente tatuaggio paramedicale.

La dermopigmentazione per il camouflage delle cicatrici

Camouflage Vitiligine Mano Prima Trattamento | TRICODERMSOLUTIONS Camouflage Vitiligine Mano Dopo Trattamento | Tricodermsolutions

Negli ultimi anni si è formato un forte sodalizio tra la chirurgia, la chirurgia estetica e la dermopigmentazione paramedicale. Quest’ultima è oggi un trattamento complementare all’intervento chirurgico, dagli esiti estetici di sicuro impatto.

La dermopigmentazione costituisce un’ottima risposta per mascherare e coprire gli esiti cicatriziali della pelle derivanti da

Sono trattamenti che devono essere eseguiti in ambiente sterile e da personale qualificato. La figura del dermopigmentista si è avvicinata molto negli ultimi tempi al campo medicale e le sempre crescenti interazioni con medici estetici, chirurghi plastici, dermatologi e oncologi ne sono la conferma.
Attività quali preparazione dello studio, cura dell’igiene, uso di aghi, conoscenza delle possibili reazioni della pelle, profilassi pre e post trattamento, delineano la professionalità di un buon dermopigmentista.